In questa pagina è possibile trovare gran parte delle attività realizzate al cinema Teatro Flavio a partire dal 2014.

IL 16 FEBBRAIO NUOVO APPUNTAMENTO AL "FLAVIO"

"Gli Indipendentementi"

gli autori indipendenti presentano le loro opere

a partire dalle ore 19:00

(ingresso euro 5,00)

 

 

Il 16 febbraio nuova tappa al Cineteatro Flavio di Roma, della rassegna "Indipendentementi".
Questa volta ospiteremo gli autori di un documentario su un interessante esperimento visivomusicale realizzato a Terracina.
Sono previsti diversi ospiti dei settori cinematografico e musicale.
A seguire 21° proiezione pubblica del film "Dalle parti di Astrid", successiva a quella prestigiosa nello storico Cinema Trevi effettuata il 1° febbraio.
E per chi vorrà rimanere, un altro dei film dell'attore e regista Franco Venturini.
Costo totale rassegna: 5 euro.

 

FINO ALL'8 FEBBRAIO AL CINEMA FLAVIO

 tutte le sere alle ore 21:00

 

"4021"


Regia: Viviana Lentini

Paese: Italia
Durata: 87'00''
Genere: Dramma
Anno: 2015

Sceneggiatura: Viviana Lentini
Soggetto: Viviana Lentini, Simone Pulcini, Elisa Billi
Fotografia: Matteo De Angelis
Montaggio: Davide Marchione
Suono: Gianfranco Tortora
Musica: Andrea Bellucci

Interpreti: Simone Pulcini, Luca Di Capua, Elisa Billi, Mirko Frezza, Marco Blanchi, Angelo De Angelis, Caterina Mannello, Federico M.Galante, Simone Guarany, Roberto Di Marco, Carmela Rossi, Felice Leveratto, Matteo Quinzi, Emanuele Natalizi, Orlando D'Apice, Eugenio Krauss
Uscita: 2 Febbraio 2017

TRAMA
"4021 è un agente di commercio che passa in macchina in giro per Roma la maggior parte del suo tempo: vendere prodotti alimentari e incassare le fatture dai clienti che serve è il suo obiettivo quotidiano. Il ristoratore Agostino, suo fedelissimo cliente da anni deve saldargli le fatture della merce acquistata molti mesi prima, per le quali l'agente 4021 si è fatto garante con la propria azienda ma nonostante le sue innumerevoli promesse anche questa volta Agostino sembra non volere sentir parlare di saldare il suo debito.
Ma questa per entrambi non sarà una giornata qualsiasi…

Cinema Flavio & Giano Bifronte

nell'ambito della rassegna

"L'altra faccia del cinema"

presentano

GLI INDIPENDENTEMENTI

giovedì 19 gennaio 2017

 

A partire dalle ore 18:00 saranno presentati i lavori di tre autori indipendenti, tre opere a cui si potrà assistere acquistando un unico biglietto del costo di 5,00 euro.

Al termine di ogni proiezione, ci sarà un breve dibattito dove i registi parleranno dei loro lavori e risponderanno alle domande del pubblico.

Un'occasione da non perdere per gli amanti del cinema d'autore.

 

Programmazione serata:
18.00: "SASSI NELLO STAGNO" di Luca Gorreri (introduzione di Adriano Aprà)
19.30: dibattito
20.00: "DALLE PARTI DI ASTRID" di Federico Mattioni
21.30: dibattito

22:00: "MESSAGGIO DEL PADRETERNO ALL'UMANITA'" di Franco Venturini

 

SASSI NELLO STAGNO

 

Il Festival dimenticato

 

 

un documentario

di Luca Gorreri sul

Festival del Cinema di Salsomaggiore Terme

 

 

Il documentario vuole ricordare uno dei Festival più innovativi e sperimentali degli anni '80-'90. Al suo culmine, si può dire che era il terzo festival italiano per importanza dopo Venezia e Pesaro.

 

Nato come "Incontri cinematografici di Monticelli Terme" in seguito divenne "Incontri cinematografici di Salsomaggiore" poi “Salso Film & Tv Festival” e infine "Cinema art festival", questo festival ha visto nelle varie edizioni tra i suoi protagonisti numerosi registi e attori di fama internazionale come Bernardo Bertolucci, Jean-Luc Godard, Samuel Fuller, Jim Jarmusch, Pedro Almodovar, Aki Kaurismaki, Otar Ioseliani, Amos Gitai solo per citarne alcuni tra i più noti e i più importanti artisti della settima arte.

 

Inoltre al Festival parteciparono molti registi, ora noti al pubblico come Silvio Soldini, Marco Tullio Giordana, Fiorella Infascelli, Marco Bechis.

 

Il documentario vuole mostrare la genesi e lo sviluppo di questo importante festival cinematografico, fino alla sua chiusura nel 1991 attraverso immagini e video di repertorio, documenti, interviste e omaggi ai maggiori protagonisti come Adriano Aprà, direttore del Festival fino al 1989, Enrico Ghezzi, Patrizia Pistagnesi, Luciano Recchia, Marco Melani, Christa Lang e Samantha Fuller.

 

 

SINOSSI

 

Dalle origini alla chiusura, il Salso Film e TV Festival di Salsomaggiore Terme raccontato dal Direttore Adriano Aprà, dal Vicedirettore Patrizia Pistagnesi e dal Segretario Luciano Recchia.

 

Quando il clima culturale appare stagnante, quando risulta faticoso per il pubblico cinefilo vedere film che si discostano dai pochi generi e stili che prevalgono nelle sale cinematografiche, un festival e un documentario possono creare una perturbazione in questa situazione. Per quanto le onde sull'acqua tenderanno a smorzarsi, il dibattito avrà provocato riflessioni che potranno causare altre onde.

Da un'idea di Giuseppe Bertolucci, dal fermento culturale del Filmstudio di Roma, alle prime due edizione degli Incontri cinematografici di Monticelli Terme (1977 e 1978), attraverso i quattro anni degli Incontri cinematografici di Salsomaggiore Terme (1980-1983), fino al Salso Film e TV Festival (dal 1984 al 1989) ed alle ultime due edizioni (Emilia Romagna terra di cineasti e Cinema Art Festival), il documentario narra la storia di un festival dimenticato.

Dalla voce del Direttore Adriano Aprà, del Vicedirettore Patrizia Pistagnesi e del Segretario Luciano Recchia, il racconto della programmazione delle varie edizioni del Festival delinea il carattere intensamente originale dell'evento.

Con ironia e autoironia ricorrenti nel film, vengono messe in evidenza alcune delle cause della chiusura del Salso Film e TV Festival, proponendo anche una riflessione sul ruolo culturale dei festival in generale.

 

DALLE PARTI DI ASTRID


Produzione: Mattionico Production & Salenzia Ass.Cult.
Produzione Esecutiva: Federico Mattioni 
Soggetto e Sceneggiatura: Federico Mattioni
Regia: Federico Mattioni
Assistente alla Regia: Marco Bomba
D.o.p. e Operatore: Maria Chiara Sanna
Assistente D.o.p.: Giacomo Biscosi
Scenografia: Ilenia Onnis
Trucco: Chiara Cerza
Costumi: Chiara Cerza
Fonico/Microfonista: Alessandra Salvatori
Segretaria di Edizione: Alessandra Bortone
Fotografo di Scena: Matteo Nardone
Musica: Stratosphere & Dirk Serries
Sound designer: Federico Mattioni
Montaggio: Federico Mattioni
Durata: 72 min.
cast: 
Nika Perrone, Jun Ichikawa, Sean James Sutton, Alberto Mosca, Cinzia Mirabella, Ezio Prosperi, Daniel De Rossi, Damiano Rossi, Michela Grimaldi, Cristina Cetoloni, Cinzia Susino, Marco Bomba 
Federica Pocaterra etc etc
Location: Roma 
Paese di Produzione: Italia 2016

 

Una diciottenne decide di abbandonare la casa dei suoi genitori e attraversa una Roma perlopiù irriconoscibile.
Si prefigge di raggiungere un luogo, giardino incantato che è un ritornare intimo all’infanzia, ma anche una dimensione altra che sembra prendere vita soltanto nella sua immaginazione. Un’immaginazione da predestinata a qualcosa di straordinario.
Ma il mistero che si cela dalle parti di Astrid è nelle mani di una donna giapponese che entra in contatto con Astrid sotto l’egida di un misterioso uomo. Provengono entrambi da molto lontano.

 

Ad Maiora Sas

Presenta

 

Messaggio del Padreterno all’Umanità

 

un film di

Franco Venturini

con

Franco Venturini

Chiara Conti

Maurizio Venturini

Federica De Vita

Erica Cremenich

Sofia Cristoni

 

 

Un noto regista teatrale romano convoca una conferenza stampa nel suo teatro, affermando di aver ricevuto un messaggio dal Padreterno.

Il messaggio è così dirompente da mettere in discussione millenni di dottrina religiosa di tutti i popoli della terra, affermando che l’uomo non è fatto ad immagine e somiglianza del Padreterno.

Alcuni giornalisti presenti all’intervista, sono scettici e ritengono che il regista sia un millantatore, altri invece sono possibilisti.

Tra gli scettici c’è anche l’inviata di una nota testata giornalistica romana, la quale è stata incaricata dal suo direttore di smascherare il regista…

Dal 9 al 31 gennaio 2017


"Nulla accade a caso"
(I semi di Uccia)

 

un film di

 

Franco Venturini

 

con

 

Federica De Vita

 

Franco Venturini

 

Maurizio Venturini

 

Chiara Conti

 

 

Italia, 2005
Colore

 

Genere: drammatico

 

Durata: 90 min. ca

 

 

 

Lui è Barbò, contestatore fallito, ormai convinto che la vera rivoluzione consista nel parassitismo; ritiene, infatti, che questa società “di merda” debba essere sfruttata senza se e senza ma, privandola di ogni apporto personale, sia esso lavorativo che creativo. Infatti lui fa il barbone.

 

Lei, Uccia, lavora in una libreria, ma non è contenta della sua vita. L’uomo di cui era innamorata è morto, la famiglia che sognava di formare insieme a lui, rimarrà un sogno irrealizzato. Il destino di Uccia è segnato per sempre.

 

Entrambi vivono in una pensione di terz’ordine, il cui proprietario non si fa scrupoli ad affittare le camere per incontri clandestini, occupandosi anche di procacciare le ragazze ai clienti che lo chiedono.

 

L’incontro tra Uccia e Barbò è casuale ma, riflettendoci bene, nulla accade a caso, ma segue un suo corso.

 

Fino alla sconvolgente conclusione.

 

 

Orario proiezioni:
Lunedì, martedì, mercoledì e giovedì ore 20:30
Venerdì e sabato ore 18:00
Domenica ore 20:30

 

Cinema Flavio & Giano Bifronte con radioliberatutti.it

nell'ambito della rassegna

"L'altra faccia del cinema"

presentano

lunedì 19 dicembre 2016

un evento straordinario

 

A partire dalle ore 18:30 saranno proiettati i lavori di quattro affermati autori indipendenti, quattro opere a cui si potrà assistere acquistando un unico biglietto del costo di 5,00 euro. Un'occasione da non perdere per gli amanti del cinema d'autore.

 

Programmazione serata:
18.30: FRANCKENVLAD Graziano Galantucci
19.00: ECCO L'UOMO! Luca Birindelli
19.30: Dibattito su i due brevi film
20.00: SERAFINA BALSAMO Franco Venturini

21:30: drink-break

21.45: DALLE PARTI DI ASTRID Federico Mattioni
23.00: Dibattito ultimo su lungometraggi

 

FRANCKENVLAD


Paese: Italia
Anno di produzione: 2015
Durata: 24' 23''
Regia: Graziano Galantucci
Sceneggiatura: Graziano Galantucci
Fotografia: Graziano Galantucci
Montaggio video: Graziano galantucci e Roberto Petronzio
Musica: Gino di Fazio, Enrico Sabena
Studio di registrazione doppiaggio e mix: Studio mastering - Giuliano Radiciotti
Attore protagonisti: Marco Bomba, Michele Lastella

 

 

Il film è ambientato in uno dei tanti quartieri "dormitorio" dell'estrema periferia romana. La storia si dipana tra due personaggi dark, che si alternano in apparizioni contrapposte e ambigue sulla figura di un adepto del vampirismo, dall'aspetto e dai comportamenti molto inquietanti, specialmente nelle strade isolate e silenziose della notte. Gli abitanti del posto, mostrano da subito nei riguardi di questa presenza, aspri malumori. In questo contesto, il film mette al centro dell'attenzione, anche la vita drammatica e dai contorni poetici di Rosario, un uomo di 50 anni con regressi probemi neurologici che vive, dopo la morte del padre Franco, da solo con la Madre Rosalba. Fino alla fine del film non si capisce chi dei due personaggi sia il "vampiro" che terrorizza le persone di notte, oppure se, il vero "mostro" è...

ECCO L'UOMO!


Paese: Italia
Durata: 29 min.
Sceneggiatura e Regia: Luchino Disperazione
Fotografia, Musiche e Montaggio: Luchino Disperazione
Cast 
Testa: Luchino Disperazione
Corpo: Gogo
Cuore: Didi
Occhi di Dio: Karim Bradai
Grembo: Mamma
Vittime: MER, Bibi, Jack Nicholson
Narratore: Giorgio Albertazzi
Gatte: Morgana e Nana

 

 

 

n.b. al di la delle gatte, tutti i presenti sono da considerarsi variabili metasintattiche, in quanto come affermato dal film stesso, questo è un film di Nessuno.

SERAFINA BALSAMO


Drammatico- Italia 2015
Durata: 100 min. ca
Regia: Franco Venturini
Con: Federica De Vita, Sofia Cristoni, Maurizio Venturini, Chiara Conti, Erica Cremenich, Diego Nangano, Fausto Cristoni.

Serafina Balsamo, famosissima maga discendente dell’ancor più famoso alchimista Cagliostro, morto nella Rocca di San Leo nel1795, viene inaspettatamente coinvolta in un complotto contro il nuovo imperatore d’Europa, il Gran Kebir Kebab, che dimora a Roma, in Castel Sant’Angelo.
Una storia avvincente ed inquietante, con personaggi difficili da dimenticare.

 

DALLE PARTI DI ASTRID


Produzione: Mattionico Production & Salenzia Ass.Cult.
Produzione Esecutiva: Federico Mattioni 
Soggetto e Sceneggiatura: Federico Mattioni
Regia: Federico Mattioni
Assistente alla Regia: Marco Bomba
D.o.p. e Operatore: Maria Chiara Sanna
Assistente D.o.p.: Giacomo Biscosi
Scenografia: Ilenia Onnis
Trucco: Chiara Cerza
Costumi: Chiara Cerza
Fonico/Microfonista: Alessandra Salvatori
Segretaria di Edizione: Alessandra Bortone
Fotografo di Scena: Matteo Nardone
Musica: Stratosphere & Dirk Serries
Sound designer: Federico Mattioni
Montaggio: Federico Mattioni
Durata: 72 min.
cast: 
Nika Perrone, Jun Ichikawa, Sean James Sutton, Alberto Mosca, Cinzia Mirabella, Ezio Prosperi, Daniel De Rossi, Damiano Rossi, Michela Grimaldi, Cristina Cetoloni, Cinzia Susino, Marco Bomba 
Federica Pocaterra etc etc
Location: Roma 
Paese di Produzione: Italia 2016

 

Una diciottenne decide di abbandonare la casa dei suoi genitori e attraversa una Roma perlopiù irriconoscibile.
Si prefigge di raggiungere un luogo, giardino incantato che è un ritornare intimo all’infanzia, ma anche una dimensione altra che sembra prendere vita soltanto nella sua immaginazione. Un’immaginazione da predestinata a qualcosa di straordinario.
Ma il mistero che si cela dalle parti di Astrid è nelle mani di una donna giapponese che entra in contatto con Astrid sotto l’egida di un misterioso uomo. Provengono entrambi da molto lontano.

 

A DICEMBRE E GENNAIO

AL CINEMA FLAVIO

 

Ad Maiora Sas

presenta

 

un film di

Franco Venturini

 

MOLTO DIVORZIO

PER NULLA

 

con

Federica De Vita

Paolo Triestino

Franco Venturini

Eleonora Vanni

Marco Leandris

Tino Berlino

 

Sirio, maturo e brillante uomo politico , ha iniziato una relazione con Ambra, giovane pittrice di belle speranze e mentalità aperta, ma con alle spalle una vita sentimentale già ricca di esperienze e delusioni che l'hanno portata a non credere più nell'amore.

L'atteggiamento di Sirio è equivoco e non si capisce se vuole realmente arrivare al divorzio con Maria o se la situazione gli è sfuggita di mano quando ha deciso di lasciare la moglie ed andare a vivere con Ambra in attesa di decidere il da farsi.

Maria è al corrente di questa relazione, ma è decisa a fare di tutto per salvare la sua relazione.

Granitica nelle sue convinzioni, con una concezione ideale sia della vita che del matrimonio, la donna appare rocciosa ed insofferente verso chi vorrebbe imporle altri valori per farle cambiare idea, difendendo le sue convinzioni con grinta e tenacia, pur essendo consapevole che l'ideale di vita e la Vita reale sono due cose ben differenti.

Nel ménage à trois che si è venuto a formare, intervengono personaggi di varia natura, che vogliono dire la loro sull'argomento, giudicando e costringendo i protagonisti a mettere in campo tutte le loro motivazioni ed i loro dubbi. Di particolare rilevanza la figura dell'avvocato che illustra le diverse posizioni in materia sostenendo, da convinto divorzista di professione, la scelta di interrompere il matrimonio, pur tessendo l'"elogio della follia" di Maria. Come andrà a finire?

 

dal 1 Dicembre 2016 al 31 Gennaio 2017

 

Orario proiezioni:

Lun, Mar, Mer, Gio: Ore 20:30

Ven, Sab: Ore 18:00

Dom: Ore 20:30

 

 

Cinema Flavio & Giano Bifronte nell'ambito della rassegna

"L'altra faccia del cinema"

presentano

giovedì 24 novembre 2016

un evento straordinario

 

A partire dalle ore 18:00 saranno proiettati i lungometraggi di tre affermati autori indipendenti, tre opere a cui si potrà assistere acquistando un unico biglietto del costo di 5,00 euro. Un'occasione da non perdere per gli amanti del cinema d'autore.

giovedì 24 novembre 2016

ore 18:00

 

IL DIARIO

un film di Paolo Sideri

 

Dall'acclamato regista di "Che fine hanno fatto gli angeli?" Paolo Sideri, una spettacolare storia d'amore senza precedenti, ricca di molti colpi di scena. Ambientato nella Lanciano degli anni ’80, “Il Diario” si basa sulle vicende reali di una coppia omosessuale nell’arco di trent’anni. Un lungo viaggio tra generazioni, epoche e tradizioni, che ha come filo conduttore l’amore.

Non solo omosessualità, ma anche lotta contro il cancro sono i temi affrontati in questa profonda e toccante storia di amicizia e di amore, un film che allontana ogni tipo di discriminazione, raccontando allo spettatore l’importanza nella vita, dell’amore e della parola.

 

"Il Diario" (Italia, 2015)

genere: drammatico

durata: 80 min. - colore

regia: Paolo Sideri

soggetto e sceneggiatura: Paolo Sideri e Orazio Ciancone

direttore della fotografia: Simone Della Guardia (a.i.c.)

montaggio: Paolo Sideri (a.m.c.)

musiche: Giuseppe Rullo

prodotto da: Maurizio Di Marco e Paolo Sideri

produttori esecutivi: Angela Gaeta, Marina Ciancetta, Laura Ludovico, Michele Ludovico, Giuseppe Didone, Cristina Amoroso, Lilia Giangregorio

 

con: Chiara Pasquini, Giulia Carrara, Sandra D'Orazio, Letizia Saturno, Cristina Amoroso, Giuseppe Didone, Luciana Luciani, Fabio Argento, Carmen Eleonor Casoraro, Laura Ludovico, Maurizio Di Marco, Michele Ludovico, Agostina La Penna, Carlo Di Iullo, Lorenza Angelucci

giovedì 24 novembre 2016

ore 19:30

 

LA VENDETTA DEL MAGO

un film di Franco Venturini

 

C’è un paese in Africa, fondato quasi mille anni fa dai crociati, chiamato Il Paese della Cuccagna.
La Cancelliera a capo del governo vorrebbe eliminare l’opposizione allo scopo di fare le riforme ma, come avviene in tutte le democrazie, l’opposizione è prevista dalla Costituzione...
Che Fare?
Per trovare una soluzione "adeguata", la Cancelliera decide di recarsi in Italia insieme a due ministri, per chiedere aiuto al famoso Mago Impapocchia…

Il nuovo, straordinario, imprevedibile film di Franco Venturini!

 

"La vendetta del mago" (Italia, 2016)

genere: drammatico

durata: 80 min. - colore

regia: Franco Venturini

soggetto e sceneggiatura: Franco Venturini

montaggio: Franco Venturini

musiche: autori vari

scenografia: Teatroflavio

trucchi e costumi: Flavia

produzione: AD Maiora sas

 

con: Franco Venturini, Federica De Vita, Chiara Conti, Maurizio Venturini, Tino Berlino, Veronica Liberale, Silvia Venturini, Diego Nangano, Fausto Cristoni

 

giovedì 24 novembre 2016

ore 21:00

 

DALLE PARTI DI ASTRID

un film di Federico Mattioni

 

 

Una diciottenne decide di abbandonare la casa dei suoi genitori e attraversa una Roma perlopiù irriconoscibile. Si prefigge di raggiungere un luogo, giardino incantato che è un ritornare intimo all’infanzia, ma anche una dimensione altra che sembra prendere vita soltanto nella sua immaginazione. Un’immaginazione da predestinata a qualcosa di straordinario.

 

Ma il mistero che si cela dalle parti di Astrid è nelle mani di una donna giapponese che entra in contatto con Astrid sotto l’egida di un misterioso uomo. Provengono entrambi da molto lontano.

 

 

"Dalle parti di Astrid" (Italia, 2015)

genere: drammatico

durata: 72 min. - colore

regia: Federico Mattioni

assistente alla regia: Marco Bomba

d.o.p. e operatore: Maria Chiara Sanna

soggetto e sceneggiatura: Federico Mattioni

fotografo di scena: Matteo Nardone

segretaria di edizione: Alessandra Bortone

montaggio: Federico Mattioni

musiche: Stratosphere & Dirk Serries

scenografia: Ilenia Onnis

trucchi e costumi: Chiara Cerza

prodotto da: Mattionico Production & Salenzia Associazione Culturale

 

 

con: Nika Perrone, Jun Ichikawa, Sean James Sutton, Alberto Mosca, Cinzia Mirabella, Ezio Prosperi, Daniel De Rossi, Damiano Rossi, Michela Grimaldi, Cristina Cetoloni, Cinzia Susino, Marco Bomba, Federica Pocaterra, Giada Orlandi, Riccardo Marzi, Linda Barani, Ilaria Ceci, Valentina Faraoni, Rachele Lelli, Sofia Lelli,  Margherita Di Fato, Mattia Moretti Negroni, Giorgia Romano, Katerina Tebera, Giorgio Galieti, Fatima Corinna Bernardi, Ilaria Del Greco, Chiara Cerza

 

A NOVEMBRE AL CINEMA FLAVIO

 

Ad Maiora Sas

Presenta

il nuovo, straordinario, imprevedibile film di

Franco Venturini

 

LA VENDETTA

DEL MAGO 

con

Franco Venturini

Federica De Vita

Chiara Conti

Maurizio Venturini

Tino Berlino

Veronica Liberale

Silvia Venturini

Diego Nangano

Fausto Cristoni

 

C’è un paese in Africa, fondato quasi mille anni fa dai crociati, chiamato Il Paese della Cuccagna.
La Cancelliera a capo del governo vorrebbe eliminare l’opposizione allo scopo di fare le riforme ma, come avviene in tutte le democrazie, l’opposizione è prevista dalla Costituzione...
Che Fare?
Per trovare una soluzione "adeguata", la Cancelliera decide di recarsi in Italia insieme a due ministri, per chiedere aiuto al famoso Mago Impapocchia…

 

Tutte le sere dal 1 al 31 Ottobre 2016

 

Orario proiezioni:

Lun, Mar, Mer, Gio: Ore 20:30

Ven, Sab: Ore 18:00

Dom: Ore 20:30

 

 

A GENNAIO AL CINEMA FLAVIO

 

Ad Maiora Sas

Presenta

 

METODO STANISLAVSKIJ

 

un film di

Franco Venturini

con

Franco Venturini

Chiara Conti

Maurizio Venturini Federica De Vita

Sofia Cristoni

Erica Cremenich

Fausto Cristoni

 

 

In un futuro più o meno lontano ci saranno delle novità in Italia. Allo scopo di azzerare il debito pubblico, i pensionati saranno convinti/costretti a preticare l’E.D.O. (Eutanasia Democratica Obbligatoria)...

 

Drammatico- Italia 2014

Durata: 100 min. ca

Regia: Franco Venturini

con: Franco Venturini, Chiara Conti, Maurizio Venturini, Federica De Vita, Sofia Cristoni, Erica Cremenich, Fausto Cristoni.

 

Le Vie del Teatro

Anele Production

Presentano

 

CAIN

 

un film di

Marco Filiberti

con

David Gallarello, Luigi Pisani, Gabriele Gallinari, Renato Scarpa, Lucia Mazzotta, Tanita Spang, Maria Francesca Finzi, Benedetta Origo


 






sceneggiatura: Marco Filiberti, da "Cain" e "Manfred" di George G. Byron

fotografia: Mauro Toscano

montaggio: Valentina Girodo

scenografia: Livia Borgognoni, Benito Leonori

costumi: Margherita Meddi, Patricia Toffolutti

produzione: Le Vie del Teatro, Anele Production

 

In un’epoca nella quale le ragioni dell’arte e della bellezza sembrano del tutto esautorate, un gruppo di giovani artisti si raduna attorno a Bartolomeo Zurletti, un grande regista da molti anni affrancato dal sistema produttivo per rifugiarsi con sua moglie Elisabeth in un antico casale toscano nel quale organizza prestigiose produzioni teatrali. Il suo nuovo progetto prevede un allestimento di due testi di Lord Byron, Cain e Manfred. Tra i giovani desiderosi di lavorare con il Maestro ci sono Alessandro, un attore serio e disciplinato, e Antonio, un attore capace ma divorato dall’ambizione. Mentre il gruppo sta facendo una prova di lettura, nella sala irrompe in modo piuttosto chiassoso un giovane attore, Amedeo. Antonio dapprima lo sottovaluta ma, dopo che il regista lo invita a leggere alcune scene del copione, tutto cambia. La lettura di Amedeo, infatti, evidenzia un talento puro e assoluto che suscita in Antonio una fortissima fascinazione ma al contempo, contro la sua volontà, anche un insopprimibile sentimento di invidia. Fiammetta, una giovane attrice che aveva sin da principio suscitato l’interesse di Antonio, è affascinata da Amedeo mentre Laura, un’altra ragazza della compagnia, nota in modo amorevole il disagio di Antonio. All’ora di cena sopraggiunge Francesca, umiliata per l’ennesimo provino squallido e dequalificante che induce i ragazzi a parlare dello stato di degrado dell’arte nella società contemporanea, tematica che nella mente agitata e visionaria di Antonio si sovrappone alla scena apocalittica della morte dei poeti. In giardino, di notte, Antonio, sempre più irrequieto, cerca inutilmente di sedurre Fiammetta e non lesina umiliazioni all’ingenua Francesca mentre il veleno lavora dentro di lui, ancor più dopo aver scorto Fiammetta e Amedeo fare l’amore. Dopo aver scoperto che il regista è intenzionato a sostituirlo nel ruolo del protagonista con Amedeo, di notte Antonio, ormai incapace di separare la realtà dalle sue visioni byroniane sempre più cupe e drammatiche, avvicina Amedeo offrendogli della droga e lo costringe a recitare alcune scene di Otello fino a quando il ragazzo, privo di sensi, precipita in piscina. Passa del tempo e, nonostante la profonda tristezza per la morte di Amedeo, Bartolomeo Zurletti decide di riprendere le prove dello spettacolo in teatro. Antonio, sempre più sopraffatto da una violenta depressione, si identifica con il personaggio di Manfred, divenuto nella lettura del regista lo stesso Caino entrato nella storia con il peso del suo delitto. Questo stato ossessivo deflagra nella follia allorquando il Maestro fa provare la scena della rievocazione di Abele dal mondo degli spiriti e allora Antonio…

 

Italia 2015


Proiezioni:

30 Novembre

7 Dicembre

14 Dicembre

Orari:

Ore 21:15

 

Ad Maiora Sas

Presenta

 

SERAFINA BALSAMO

 

un film di

Franco Venturini

con

Federica De Vita Sofia Cristoni Maurizio Venturini

Chiara Conti

Erica Cremenich

Diego Nangano

Fausto Cristoni


 

 

 

 


Serafina Balsamo, famosissima maga discendente dell’ancor più famoso alchimista Cagliostro, morto nella Rocca di San Leo nel1795, viene inaspettatamente coinvolta in un complotto contro il nuovo imperatore d’Europa, il Gran Kebir Kebab, che dimora a Roma, in Castel Sant’Angelo.

Una storia avvincente ed inquietante, con personaggi difficili da dimenticare.

 

Drammatico- Italia 2015

Durata: 100 min. ca

Regia: Franco Venturini

con: Federica De Vita, Sofia Cristoni, Maurizio Venturini, Chiara Conti, Erica Cremenich, Diego Nangano, Fausto Cristoni.

 

Proiezioni:

Dal 15 al 31 Ottobre 2015

Orari:

Gio, Ven, Sab: Ore 18:00

Dom, Lun, Mar, Mer: Ore 20:30

 

 

 

Ad Maiora Sas

Presenta

 

Messaggio del Padreterno all’Umanità

 

un film di

Franco Venturini

con

Franco Venturini

Chiara Conti

Maurizio Venturini

Federica De Vita

Erica Cremenich

Sofia Cristoni

 

 

Un noto regista teatrale romano convoca una conferenza stampa nel suo teatro, affermando di aver ricevuto un messaggio dal Padreterno.

Il messaggio è così dirompente da mettere in discussione millenni di dottrina religiosa di tutti i popoli della terra, affermando che l’uomo non è fatto ad immagine e somiglianza del Padreterno.

Alcuni giornalisti presenti all’intervista, sono scettici e ritengono che il regista sia un millantatore, altri invece sono possibilisti.

Tra gli scettici c’è anche l’inviata di una nota testata giornalistica romana, la quale è stata incaricata dal suo direttore di smascherare il regista…

 

In programmazione fino al 30 Aprile 2015

Orario Proiezioni:

Lunedì, martedì, mercoledì: ore 20:00

Giovedì: ore 18:00

 


in programmazione al Cinema Flavio



TERRA DI MARIA


C’era una volta, Dio. E vissero tutti felici e contenti.

Addio, Padre Nostro. A mai più rivederci, esseri celesti. Se non vi vediamo, non vi crediamo. Abbiamo deciso di vivere come se non ci foste.

Nonostante questo… milioni di persone continuano a parlare con Gesù Cristo, che chiamano “Fratello”. E con la Vergine Maria, che chiamano “Madre”. Credono che siamo tutti figli di Dio e quindi lo chiamano “Padre”.

L’Avvocato del Diavolo riceve una nuova missione: interrogare, senza paura, chi confida ancora nelle ricette del Cielo. Sono dei truffatori? O dei truffati? Se scoprirà che le loro convinzioni sono false, continueremo come abbiamo fatto finora. Ma… se non ​​fosse una favola?


In programmazione fino al 26 Aprile 2015

Orario Proiezioni:

Venerdì: ore 18:00

Sabato: ore 16:00

Domenica: ore 20:00





 

Titolo originale: MARY’s LAND
Titolo in italiano: TERRA DI MARIA
Durata: 111 minuti
Genere: Lungometraggio tra finzione e realtà. Commedia, mistero e dramma. Come la vita stessa.
Location: Spagna, Gran Bretagna, Colombia, Messico, Panama, Stati Uniti, Francia, Portogallo, Bosnia-Erzegovina.
Paese di produzione: Spagna
Anno di produzione 2013
Regia: Juan Manuel Cotelo
Sceneggiatura: Juan Manuel Cotelo, Alexis Martínez
Produzione: Simona Puscas
Attori: Carmen Losa, Juan Manuel Cotelo, Emilio Ruiz,
Luis Roig, Lucía Ros, Elena Sánchez, Cristina Ruíz, Rubén Fraile, Clara Cotelo

A.C. Flavia Film

Ad Maiora Sas

Presentano

 

Nulla Accade a Caso

(I semi di Uccia)

un film di

Franco Venturini

con

Federica De Vita

Franco Venturini

Maurizio Venturini

Chiara Conti

 

 

 

Genere: drammatico

Durata: 90 min. ca

 

Lui è Barbò, contestatore fallito, ormai convinto che la vera rivoluzione consista nel parassitismo; ritiene, infatti, che questa società “di merda” debba essere sfruttata senza se e senza ma, privandola di ogni apporto personale, sia esso lavorativo che creativo. Infatti lui fa il barbone.

Lei, Uccia, lavora in una libreria, ma non è contenta della sua vita. L’uomo di cui era innamorata è morto, la famiglia che sognava di formare insieme a lui, rimarrà un sogno irrealizzato. Il destino di Uccia è segnato per sempre.

Entrambi vivono in una pensione di terz’ordine, il cui proprietario non si fa scrupoli ad affittare le camere per incontri clandestini, occupandosi anche di procacciare le ragazze ai clienti che lo chiedono.

L’incontro tra Uccia e Barbò è casuale ma, riflettendoci bene, nulla accade a caso, ma segue un suo corso.

Fino alla sconvolgente conclusione.

 

In programmazione fino a venerdì 28 febbraio

 

Orario Proiezioni:

Domenica, lunedì, martedì: ore 20:00

Mercoledì, giovedì, venerdì: ore 18:00

Sabato: chiuso

CINEMA FLAVIO

presenta

una distribuzione Luce Cinecittà

12-13-14 DICEMBRE

Proiezione del film

 

L'ARTE DELLA FELICITA'

di Alessandro Rak

 

L'arte della felicità di Alessandro Rak, distribuito da Luce Cinecittà, torna in sala a Roma al Teatro Flavio, con una tre giorni di proiezioni (12, 13 e 14 dicembre) in occasione della premiazione degli European Film Awards, in cui il film è candidato nella categoria miglior film d'animazione. Per la prima volta nella storia del cinema italiano un lungometraggio d’animazione viene candidato ad un grande premio internazionale (unico precedente il cortometraggio Cavallette di Bruno Bozzetto in nomination all’Oscar nel 1991). La nomination ha un valore enorme se si considera l’animazione come il vero outsider della produzione.

Gli European Film Awards (EFA) la cui Academy è diretta da Wim Wenders, celebrano l'eccellenza e la grandezza culturale del cinema europeo. I premi saranno consegnati il 13 dicembre a Riga, la Capitale Europea della Cultura per il 2014.

Orario inizio proiezioni: 12-13 dicembre ore 18:00 - 14 dicembre ore 20:30

BIGLIETTI E PRENOTAZIONI
(Teatro Flavio, via G.M. Crescimbeni 19, Roma)

- Venerdì 12 dicembre ore 18,00 prenota online

- Sabato 13 dicembre ore 18,00 prenota online

- Domenica 14 dicembre ore 20,30  prenota online

 

Sergio è un tassista napoletano che, sotto una pioggia incessante, porta i suoi clienti per la città, sempre più degradata. Al contempo cerca di metabolizzare la morte del fratello, partito per il Tibet dieci anni prima e mai tornato. Sui sedili del suo taxi si avvicendando un cantante, un speaker della radio, un vecchio zio e altri personaggi che recano ognuno una traccia del fratello scomparso. Sergio si fa così trascinare dal taxi e dai ricordi, nonché dalla musica prodotta col fratello. Quindi si siede al pianoforte e inizia a realizzare i suoi sentimenti nelle note che credeva perdute.




COMUNICATO STAMPA


L’ARTE DELLA FELICITÀ

Il candidato italiano agli Oscar europei come Miglior Film d’Animazione,

di nuovo in sala a Roma

 

In attesa della serata di premiazione degli EFA, gli Oscar eropei del cinema, che si terrà a Riga Sabato 13, Istituto Luce-Cinecittà organizza una speciale proiezione e programmazione de L’Arte della felicità, l’opera prima di Alessandro Rak candidata agli EFA come Miglior Film d’Animazione. Una nomination arrivata per la prima volta nella storia del nostro cinema a un lungometraggio di animazione in un importante premio internazionale, e giunta più che meritata per un film rivelazione della scorsa stagione, che ha ottenuto risultati lusinghieri al botteghino e una grande accoglienza di critica.

Distribuito da Luce-Cinecittà L’arte della felicità sarà proiettato domani, Venerdì 12, alle ore 18.00 al Teatro Flavio (via Crescimbeni, 19 – zona Colosseo), con replica Sabato alle 18.00 e Domenica alle 20.30.

Sarà l’occasione per chi non l’ha visto di recuperare, o di rivedere, un’opera realizzata con un budget straordinariamente basso per il genere, grazie alla creatività di un pool di giovani autori dello studio Mad entertainment, che da Napoli è riuscito a portare il ritratto non convenzionale della città agli applausi in tutta Italia e a una cavalcata avvincente tra premi e festival europei fino alla nomination di Riga.

Un film che Roberto Saviano ha definito senza mezzi termini ‘un capolavoro’, con un consiglio: ‘smettete di fare qualsiasi cosa stiate facendo e andate a vederlo’.



Il Cinema Flavio

Fino al 30 giugno, in programmazione il film "Da Gesù a Cristo", con la regia di Franco Venturini.

Da Gesù a Cristo
Da Gesù a Cristo

Da Gesù a Cristo

Regia: Franco Venturini

Sceneggiatura: Franco Venturini

Montaggio: Giulio Procaccia

Scenografia e Costumi: A.C. Flavia

 

con:

Federica De Vita, Franco Venturini, Maurizio Venturini, Cristina Comini, Chiara Conti, Erika Cremenich

 

Distribuzione: A.C. Flavia

 

Italia, 2011 - drammatico


Via Giovanni Mario Crescimbeni,19 - Roma


Tel. 06 70497905

mail: info@teatroflavio.it

Teatro Flavio: www.teatroflavio.it